it-ITen-USes-ESba-RU

    

LORO PIANA CARIBBEAN REGATTA: LOTTA PER IL SUCCESSO FINO ALL’ULTIMO METRO IN TUTTE LE CLASSI

LORO PIANA CARIBBEAN REGATTA: LOTTA PER IL SUCCESSO FINO ALL’ULTIMO METRO IN TUTTE LE CLASSI

Conclusa un’edizione perfettamente riuscita della manifestazione dello Yacht Club Costa Smeralda nella sua sede invernale nelle Isole Vergini Britanniche

Autore: Redazione Aurora/lunedì 14 marzo 2016/Categorie: Attualità, Viaggi, Italia

Sono stati tre giorni di regate da brivido nelle acque di Virgin Gorda nelle Isole Vergini Britanniche, quelli della Loro Piana Caribbean Superyacht Regatta e Rendezvous. Finali entusiasmanti in tutte le classi, con la vittoria o la sconfitta che si sono decise negli ultimi metri prima del traguardo. Il successo nella Classe A è andato al 34 metri Nilaya. Complici una partenza di poppa e 20-24 nodi di levante, gli armatori e gli equipaggi dei 21 superyacht partecipanti si sono impegnati al massimo in quella che Bouwe Bekking, tattico di Nilaya, ha definito "una delle più belle gare di quest'anno ai Caraibi". L'evento, organizzato dallo Yacht Club Costa Smeralda e Boat International, si è svolto dal 9 al 12 marzo nella sede invernale dello YCCS nelle Isole Vergini Britanniche.
La Classe A ha visto la battaglia tra Nilaya ed Inoui sin dal primo giorno, conclusasi con la vittoria – come detto - di Nilaya nonostante la rottura del suo spinnaker alla prima boa di poppa. “È successo all'ultima strambata" spiega Bekking. "Noi eravamo sul lato interno e abbiamo perso il controllo della barca, abbiamo preso una raffica di vento, abbiamo straorzato e lo spinnaker non ha retto alla manovra". Il tattico spiega però come Nilaya è riuscita a conquistare la vittoria per un solo punto: "La partenza in poppa ci ha aiutato, mentre Inoui è un po' più veloce di bolina noi siamo un po' più veloci con il vento in poppa. Siamo riusciti così a passare al comando e poi è stata solo questione di riuscire a rimanere davanti".
Nilaya si è aggiudicato anche il premio overall "Loro Piana Boat International Media Trophy".
Nella Classe B ha vinto P2: con un vincitore diverso in ciascuno dei tre giorni di regate e sabato è stata la volta di P2. Questo successo - abbinato al deludente quinto posto del più vicino avversario, Hetairos - le ha permesso di intascarsi la vittoria finale nella classe.
Tony Rey si è trovato alla tattica di P2 per la prima volta: "Fortunatamente nell'ultimo giorno tutto è filato liscio. Ci siamo migliorati ogni giorno di più e questo era l'obiettivo, quello di sentire che stavamo navigando sempre meglio ogni volta che issavamo le vele".
Rey era naturalmente soddisfatto del regolamento ORCsy utilizzato nella regata: "La flotta si compattava arrivando al traguardo e questo ha reso la competizione elettrizzante per gli spettatori, per gli armatori, per gli ospiti e senza dubbio anche per gli equipaggi. Questa è una delle migliori regate del circuito, è un posto incredibile dove gareggiare".
La Classe C ha assistito ad una scatenata battaglia nell’ultima giornata fino al traguardo dove il 43 metri Bella Ragazza, di Dubois, ha attraversato la linea di arrivo solo cinque secondi prima del vincitore finale della categoria, Seahawk. L'equipaggio italiano di Ohana - penalizzato da un problema tecnico che gli ha impedito di gareggiare nella prima giornata - si è piazzato al terzo posto nella classifica generale.
Nella classe D il successo finale è andato a Freya.
"Normalmente è molto difficile accontentare gli armatori di superyacht, ma questa settimana io penso che ci siamo riusciti" commenta il Commodoro dello Yacht Club Costa Smeralda Riccardo Bonadeo. "Il mio ringraziamento va al Comitato di Regata, al team dell'ORC, allo staff dello YCCS e di Boat International ed al nostro sponsor per l'evento Pier Luigi Loro Piana - un membro dello YCCS, un velista, un buon amico ed un grande sostenitore dei nostri eventi per superyacht - ed ovviamente a tutti gli armatori ed equipaggi che rendono l'evento migliore ogni anno."
Parlando sia come principale sponsor dell'evento, sia come partecipante, Pier Luigi Loro Piana riesce a cogliere il lato positivo del suo quarto posto nella Classe A: "Sono molto felice di questa edizione con così tanti yacht. Ho notato che la qualità ed il livello aumentano di anno in anno ed io non riesco a vincere qua! Non posso nemmeno lamentarmi del sistema di handicap perché funziona bene".
Gli yacht a motore che hanno preso parte all'interno della manifestazione al Westport Rendezvous hanno concluso il loro programma con una divertente caccia al tesoro ed un pranzo svoltosi presso il resort di Oil Nut Bay.
I superyacht regateranno di nuovo presso lo Yacht Club Costa Smeralda a Porto Cervo per la Loro Piana Superyacht Regatta dal 7 all'11 giugno. Gli armatori sono, inoltre, invitati a prendere parte all'Atlantic Anniversary Regatta nel 2017. Organizzata dallo YCCS e dal Norddeutscher Regatta Verein in occasione dei loro rispettivi anniversari (cinquantesimo e centocinquantesimo), la regata partirà dalle Canarie a novembre del 2017 con destinazione proprio Virgin Gorda.


Copyright 2016 Aurora International Journal - Aurora The World Wide Interactive Journal.
 Vietata la riproduzione anche parziale dei presenti contenuti

Numero di visite (6352)/Commenti (0)

Redazione Aurora

Redazione Aurora

Altri post di Redazione Aurora

26 giu 2018

Islamophobes with an ISIS mentality

Islamophobes with an ISIS mentality
No text - whether Divine or human - is safe from being misunderstood or misinterpreted including the Qur’an.
0 Commenti
Valutazione articolo: 4.7

21 giu 2018

La sicurezza delle filiere tessili al centro del convegno “CHIMICA, MODA E SALUTE”

La sicurezza delle filiere tessili al centro del convegno “CHIMICA, MODA E SALUTE”
A Milano il convegno organizzato dall’Istituto Superiore della Sanità con Accredia, sui rischi delle sostanze chimiche utilizzate nel settore
0 Commenti
Valutazione articolo: Nessuna

14 giu 2018

A Chianciano Terme, “TI PORTO UN GIARDINO COLMO DI INCANTI

A Chianciano Terme, “TI PORTO UN GIARDINO COLMO DI INCANTI
Nella celebre località termale, tra i linguaggi dell’arte, della poesia, della scienza, si svolgerà dal 15 al 17 giugno una originale manifestazione culturale.
0 Commenti
Valutazione articolo: Nessuna

13 giu 2018

Patenti rosa in Arabia Saudita. Effetti positivi anche sull’economia

Patenti rosa in Arabia Saudita. Effetti positivi anche sull’economia
Le società cambiano, ognuna con i suoi tempi e senza imposizioni esterne.
0 Commenti
Valutazione articolo: Nessuna
12345678910 Ultimo

26 giu 2018

Islamophobes with an ISIS mentality

Islamophobes with an ISIS mentality
No text - whether Divine or human - is safe from being misunderstood or misinterpreted including the Qur’an.
0 Commenti
Valutazione articolo: 4.7

21 giu 2018

La sicurezza delle filiere tessili al centro del convegno “CHIMICA, MODA E SALUTE”

La sicurezza delle filiere tessili al centro del convegno “CHIMICA, MODA E SALUTE”
A Milano il convegno organizzato dall’Istituto Superiore della Sanità con Accredia, sui rischi delle sostanze chimiche utilizzate nel settore
0 Commenti
Valutazione articolo: Nessuna

14 giu 2018

A Chianciano Terme, “TI PORTO UN GIARDINO COLMO DI INCANTI

A Chianciano Terme, “TI PORTO UN GIARDINO COLMO DI INCANTI
Nella celebre località termale, tra i linguaggi dell’arte, della poesia, della scienza, si svolgerà dal 15 al 17 giugno una originale manifestazione culturale.
0 Commenti
Valutazione articolo: Nessuna

13 giu 2018

Patenti rosa in Arabia Saudita. Effetti positivi anche sull’economia

Patenti rosa in Arabia Saudita. Effetti positivi anche sull’economia
Le società cambiano, ognuna con i suoi tempi e senza imposizioni esterne.
0 Commenti
Valutazione articolo: Nessuna

29 mag 2018

“Rose inquiete”, arte contemporanea al Museo fiorentino di Preistoria

“Rose inquiete”, arte contemporanea al Museo fiorentino di Preistoria
La collettiva è ideata da Beth Vermeer con le opere di Laura Fonsa, Elena Mantovani, Laura Peres, Irene Puglisi.
0 Commenti
Valutazione articolo: Nessuna

28 mag 2018

Integrazione, tolleranza, o accettazione?

Integrazione, tolleranza, o accettazione?
L’accettazione genera armonia, rispetto, coesione e collaborazione tra
musulmani e cristiani che nelle rispettive religioni hanno più punti di unione che di divisione.
0 Commenti
Valutazione articolo: 4.0
12345678910 Ultimo